Attilio Ascarelli

data di nascita 4 agosto 1875
madre Rosa Sereni
padre Tranquillo Ascarelli
luogo di nascita Roma
luogo di residenza Roma
commissione Lazio
organizzazioni e/o formazioni partigiane Giustizia e Libertà
qualifica RICOMPART riconosciuta Partigiano combattente
Attività dopo l'8 settembre 1943 Resistenza partigiana
area d'azione Roma
regione di attività Lazio
abstract Attilio Ascarelli nacque in una famiglia di solide tradizioni culturali antifasciste, era zio di Eugenio Colorni. Fu compagno di classe di Eugenio Pacelli, futuro Papa Pio XII, al liceo Visconti di Roma. Nel 1900 si laureò in medicina e divenne professore di medicina legale presso l'Università di Macerata. Ricoprì poi la carica di direttore dell'ambulatorio dell'Istituto di medicina legale di Roma fino all'entrata in vigore delle leggi antiebraiche del 1938. Nel 1939, venne accolto come professore, nella Pontificia Università Gregoriana. Nel luglio del 1944, guidò l'équipe medica della Commissione Cave Ardeatine che si occupò dell'esumazione e dell'identificazione dei corpi delle vittime. Nel 1945 fu vice-presidente del CRDE Comitato Ricerche Deportati Ebrei. Medico curante dei bambini dell'Orfanotrofio Israelitico Italiano fin dalla fondazione, fu anche membro del suo consiglio di amministrazione tra il 1947 e il 1958. Per la sua attività resistenziale in Roma nella Formazione "Giustizia e Libertà" è stato riconosciuto partigiano combattente.
fonti archivistiche e banche dati Archivio Fondazione CDEC - Fondo Censimenti, b. 5, fasc. 25
Archivio Centrale dello Stato - Ministero della Difesa, Ricompart Lazio, b.12, Fasc.1139
Portale web I partigiani d'Italia a cura di Ministero della Cultura, ICAR e altri enti. Schedario delle commissioni per il
riconoscimento degli uomini e delle donne della Resistenza.
CDEC Digital library - Attilio Ascarelli
bibliografia Attilio Ascarelli, Le Fosse Ardeatine, ANFIM, Roma 1965 (e edizioni successive)