Odoardo Della Torre

data di nascita 240 febbraio 1894
madre Virginia Aruch
padre Cesare Della Torre
luogo di nascita Livorno
luogo di residenza Roma
commissione Lazio
organizzazioni e/o formazioni partigiane Partito Comunista Italiano
qualifica RICOMPART riconosciuta Partigiano combattente caduto
Attività dopo l'8 settembre 1943 Resistenza partigiana
area d'azione Roma
regione di attività Lazio
abstract Odoardo Della Torre, livornese di nascita, socialista schedato, insegnante di filosofia in un liceo romano, ma allontanato dall'insegnamento. Per la sua attività antifascista e in quanto oppositore delle leggi antiebraiche fu internato dalla Direzione Generale della Demorazza nel giugno 1940 a Urbisaglia. Prosciolto un anno dopo. Partecipò attivamente alla Resistenza romana nelle file del Partito comunista come Capo di Stato Maggiore fin dall' 8 settembre 1943. Fu arrestato nella propria abitazione in Piazza dell'Unità 9 il 18 marzo 1944 dietro delazione, condotto al carcere di Regina Coeli, sei giorni dopo, fu trucidato alle Fosse Ardeatine. E' stato riconosciuto partigiano combattente dalla Commissione Laziale con il grado di Capitano. La città di Livorno gli ha intitolato una via.
fonti archivistiche e banche dati Archivio Centrale dello Stato - Ministero della Difesa, Ricompart Lazio, b. 84, fasc. 8335
Ministero dell'Interno, A5G II Guerra Mondiale, Internati Ebrei, b. 8
Portale web I partigiani d'Italia a cura di Ministero della Cultura, ICAR e altri enti. Schedario delle commissioni per il
riconoscimento degli uomini e delle donne della Resistenza
CDEC Digital library - Odoardo Della Torre
bibliografia Liliana Picciotto, Il libro della memoria. Gli ebrei deportati dall'Italia 1943-1945. Ricerca della Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea, Mursia, Milano 2002