Silvia Della Seta

data di nascita 16 luglio 1921
madre Valeria Bises
padre Giovanni Della Seta
luogo di nascita Roma
luogo di residenza Roma
commissione Lazio
organizzazioni e/o formazioni partigiane Organizzazione Militare del Partito Socialista Italiano
qualifica RICOMPART riconosciuta Patriota
Attività dopo l'8 settembre 1943 Resistenza partigiana
area d'azione Roma
regione di attività Lazio
abstract Silvia Della Seta era allieva del Liceo Visconti, da cui fu espulsa in conseguenza delle leggi antiebraiche. Non potendo accedere all'università, conseguì un diploma di biblioteconomia in Vaticano e il diploma di Proficency in English. Scampata alla retata del 16 ottobre, Silvia e famiglia trovarono rifugio in diversi nascondigli con documenti falsi. Nella sua attività di partigiana, collaborò con Eugenio Colorni, facendo la staffetta in bicicletta, che a un certo punto prestò allo stesso Colorni, cui fu rubata. In un'occasione, Silvia andò a Via Tasso per disegnare una piantina dell'area circostante; in un'altra occasione si sostituì a Silvana Ascarelli Castelnuovo,(la figlia di Attilio Ascarelli, madre di cinque figli), che voleva andare all'Ospedale San Giovanni a trovare il cugino Colorni, ferito a morte. Dopo la guerra, si iscrisse all'Università, socialista ed europeista, continuò a coltivare interessi in campo artistico e letterario.
fonti archivistiche e banche dati Archivio Fondazione CDEC - Fondo Censimenti, b. 5, fasc. 25
Portale web I partigiani d'Italia a cura di Ministero della Cultura, ICAR e altri enti. Schedario delle commissioni per il
riconoscimento degli uomini e delle donne della Resistenza.
CDEC Digital library - Silvia Della Seta
bibliografia Le brigate Matteotti a Roma e nel Lazio, a cura di Davide Conti, Odradek, Roma 2006, p.75
Dopo il 16 ottobre. Gli ebrei a Roma tra occupazione, resistenza, accoglienza e delazione (1943-1944), a cura di Silvia Haia Antonucci e Claudio Procaccia, Viella, Roma 2017, p. 235
Romana Bogliaccino, Scuola negata. Le leggi razziali del 1938 e il liceo E. Q. Visconti, Biblion, Milano 2021, pp. 254-258.