Daniele Amati

data di nascita 5 novembre 1882
madre Fortunata Romanelli
padre Emanuele Amati
luogo di nascita Roma
organizzazioni e/o formazioni partigiane Partito Comunista Italiano
AttivitĂ  dopo l'8 settembre 1943 Resistenza
area d'azione Roma
regione di attivitĂ  Lazio
abstract Daniele Amati: "ebreo, socialista, nutre sentimenti antifascisti; capace di turbare l'ordine pubblico", questa fu la motivazione che permise alla Questura di Roma di procedere al suo internamento il giorno stesso dell'entrata in guerra dell'Italia, il 10 giugno 1940. Due anni dopo venne rilasciato per motivi di salute. Partecipò alla Resistenza romana nelle file del Partito comunista, come propagandista, non potendo partecipare attivamente a causa della sua salute precaria.
fonti archivistiche e banche dati Archivio Fondazione CDEC - Fondo Censimenti, b. 5, fasc. 25
Archivio Centrale dello Stato - Ministero della Difesa, Ricompart Lazio, b. 327
Ministero dell'Interno, A5G II Guerra Mondiale, Ebrei Internati, b. 2